Autore Archivio

STATINE

STATINE

Le statine dono i farmaci attualmente più usati nel trattamento dell’ipercolesterolemia.
Il meccanismo alla base delle statine consiste nel ridurre la sintesi del colesterolo endogeno (prodotto dal fegato), attraverso l’inibizione competitiva dell’enzima HMG-CoA (3-Hyroxy-3Methyl-Glutaryl-Coenzima A) reduttasi. La diminuzione del contenuto intracellulare di colesterolo, determina un aumento dei recettori per le LDL e quindi una maggiore captazione, internalizzazione e, di conseguenza, una riduzione del colesterolo circolante.
Le statine hanno un’azione dose-dipendente e tra quelle più usate ...

Continua →
0

BERBERINA

BERBERINA

La berberina è un alcaloide isochinoloinico presente in diverse piante della famiglia delle Berberidaceae (Berberis vulgaris, Berberis aquifolium, Iodendrom amurense, Beris aristata). A seconda della pianta, la berberina può localizzarsi prevalentemente nelle radici o nei rizomi o nella corteccia o nei piccioli (in concentrazioni differenti).
L’impiego terapeutico della berberina, proviene dalla medicina cinese, come rimedio per la diarrea e la dissenteria. L’effetto antidiarroico della berberina dipende essenzialmente dall’inibizione della secrezione intestinale, dalla modulazione della motilità intestinale e dall’effetto ...

Continua →
0

RISO ROSSO FERMENTATO (MONACOLINA K)

RISO ROSSO FERMENTATO (MONACOLINA K)

Per estratto di riso rosso fermentato si intende il prodotto derivante dalla fermentazione del riso rosso da parte del fungo Monascus Purpureus, noto come monacolina K.

IPERCOLESTEROLEMIA INTRODUZIONE

I farmaci attualmente più usati nell’ipercolesterolemia sono le statine. Tuttavia, a queste, negli ultimi anni si sono aggiunti altri composti con meccanismo d’azione diversi da quelli delle statine, che possono avere un ruolo sinergico ed adiuvante nella riduzione dei valori di ...

Continua →
0

IPERCOLESTEROLEMIA E DISLIPIDEMIE

IPERCOLESTEROLEMIA (COLESTEROLO ELEVATO) E DISLIPIDEMIE

 

COLESTEROLO FISIOLOGIA

Il colesterolo è una molecola che ha un ruolo fisiologico fondamentale nel nostro organismo: impedire l’eccessiva fluidità delle membrane cellulari. Il colesterolo, inoltre, è un importante precursore nella sintesi di diversi ormoni, ma anche della vitamina D e dei sali biliari.
Nel nostro sangue il colesterolo si muove legato a dei trasportatori, substrati proteo-lipidici con funzioni di trasporto, chiamati appunto carriers. Questi trasportatori vengono classificati in base alla ...

Continua →
0

DHEA E INSUFFICIENZA SURRENALICA

DHEA E INSUFFICIENZA SURRENALICA

Il DHEA (deidroepiandrosterone) è un precursore degli androgeni, prodotto principalmente dalla corteccia surrenalica, che nei tessuti periferici è convertito in androgeni più potenti (come il testosterone) ed in estrogeni. In caso di insufficienza surrenalica, primaria o secondaria, la secrezione di DHEA è spesso ridotta, talvolta assente, in entrambi i sessi.

INTRODUZIONE

Con il termine insufficienza surrenalica (iposurrenalismo) si intende l’insieme delle condizioni caratterizzate da una ridotta e/o insufficiente funzione del ...

Continua →
0

CATETERISMO DEI SENI PETROSI INFERIORI (IPSS) E CUSHING

CATETERISMO DEI SENI PETROSI INFERIORI (IPSS) E CUSHING

 

Il cateterismo dei seni petrosi inferiori (IPSS) è una procedura di neuroradiologia interventistica. Questa procedura permette la misura diretta della secrezione di un ormone ipofisario ed è principalmente impiegata nella diagnosi differenziale tra le forme di Cushing ACTH-dipendenti.

INTRODUZIONE

La sindrome di Cushing endogena è una patologia che può avere diverse cause. Si distinguono, infatti, forme di Cushing ACTH-dipendenti e ACTH-indipendenti.
La causa più ...

Continua →
0

DEFICIT ISOLATO DI ACTH

DEFICIT ISOLATO DI ACTH

Il deficit isolato di ACTH è una rara forma di insufficienza surrenalica secondaria.
L’insufficienza surrenalica è definita come ridotta e/o insufficiente funzione del surrene. Questa può essere conseguenza di un processo distruttivo della ghiandola surrenalica (iposurrenalismo primario o malattia di Addison) o di una scarsa stimolazione della stessa da parte dell’ipofisi (iposurrenalismo secondario) o dell’ipotalamo (iposurrenalismo terziario).
Bene, il deficit isolato di ACTH è una forma di insufficienza surrenalica ...

Continua →
0

SELENIO E MIOINOSITOLO NELLA TIROIDITE CRONICA

SELENIO E MIOINOSITOLO NELLA TIROIDITE CRONICA

Selenio e mioinositolo nella tiroidite cronica: quali interazioni?

La tiroidite cronica autoimmune o linfocitaria di Hashimoto (TCA) è una patologia cronica a patogenesi autoimmunitaria che colpisce prevalentemente il sesso femminile con un rapporto F/M di 4:1 nella fascia di età compresa tra 30 e 60 anni. Gli eventi che inducono il processo autoimmune sono interpretabili sulla base di due teorie. La prima ipotizza che, in conseguenza di un’infezione provocata da un ...

Continua →
0
Pagina 1 del 11 12345...»
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Cliccando sul tasto Accetta ci aiuterai a lavorare meglio in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Centro privacy Impostazioni Cookie