Argomenti

STATINE

STATINE

Le statine dono i farmaci attualmente più usati nel trattamento dell’ipercolesterolemia.
Il meccanismo alla base delle statine consiste nel ridurre la sintesi del colesterolo endogeno (prodotto dal fegato), attraverso l’inibizione competitiva dell’enzima HMG-CoA (3-Hyroxy-3Methyl-Glutaryl-Coenzima A) reduttasi. La diminuzione del contenuto intracellulare di colesterolo, determina un aumento dei recettori per le LDL e quindi una maggiore captazione, internalizzazione e, di conseguenza, una riduzione del colesterolo circolante.
Le statine hanno un’azione dose-dipendente e tra quelle più usate ricordiamo: atorvastatina, fluvastatina, lovastatina, pravastatina, rosuvastatina e simvastatina.
Nonostante la loro diffusione, il trattamento con le statine non è sempre ben tollerato, soprattutto per i noti possibili effetti collaterali (epatotossicità e miopatia). La miopatia si riscontra nel 10-13% dei pazienti. Inoltre, in una discreta percentuale di pazienti (10-15%) (low responders), la terapia con statine non consente il raggiungimento di adeguati target terapeutici.

Prenota una visita specialistica endocrinologica in merito a questo argomento.

Dott. Massimiliano Andrioli
Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio

Centro EndocrinologiaOggi, Roma
viale Somalia 33A, Roma
tel/fax 0686391386
cell 3337831426
Studio EndocrinologiaOggi, Lecce
via Ruffano 4, Casarano (Lecce)
tel/fax 0833501676
cell 3337831426

0

You must be logged in to post a comment.

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Cliccando sul tasto Accetta ci aiuterai a lavorare meglio in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Centro privacy Impostazioni Cookie